«Centoquaranta lavoratori hanno perso il posto di lavoro per il mancato rinnovo dell’appalto sulla manutenzione dei mezzi ATAC alla società Corpa. Dopo mesi senza stipendi, ritardi nei pagamenti, purtroppo è un epilogo annunciato» così Alessandro Mustillo, segretario romano del Partito Comunista. «Mentre assistiamo al rimpallo di responsabilità tra la società appaltatrice e ATAC, tutto sulla pelle dei lavoratori, il Comune resta in silenzio. In campagna elettorale si era parlato di revisione del sistema degli appalti, ma fino ad oggi non è stato fatto nulla. Anzi anche altre società municipalizzate rischiano privatizzazioni e esternalizzazioni. Il vero problema sono proprio le esternalizzazioni e egli appalti. Perché un lavoratore che fa la manutenzione ai mezzi ATAC non dovrebbe essere assunto direttamente da quest’azienda? Perché si continua a garantire profitti ai privati con peggiori condizioni per lavoratori e utenti? Il risultato che più di cento lavoratori rischiano di restare senza stipendio e i mezzi dell’ATAC nei depositi perché manca la manutenzione. I Cinque Stelle – conclude la nota – non hanno alibi adesso: la vicenda riguarda una società comunale, e la sua organizzazione interna. La Raggi dia un segnale, blocchi le esternalizzazioni assumendo i lavoratori in appalto della Corpa»

Leave a Reply