«Con le dimissioni di Berdini la giunta Raggi cede definitivamente alle pressioni dei palazzinari. Chi voleva porre un freno agli interessi della rendita fondiaria e della speculazione edilizia oggi è fuori dalla giunta. Gossip e antipatie vengono dopo. La scelta è frutto di un contrasto insanabile sulla visione della città e gli interessi a cui rispondere. I palazzinari romani possono dormire sonni più tranquilli, da oggi avranno meno ostacoli sul loro cammino.» Così Alessandro Mustillo, segretario romano del Partito Comunista. «Personalmente – conclude la nota – rimprovero a Berdini e a diversi settori della sinistra insieme a lui di aver contribuito in questi mesi ad alimentare illusioni sulla natura e il ruolo dei cinque stelle. Con la logica del meno peggio non si va da nessuna parte».

 

Leave a Reply