«L’emergenza rifiuti che Roma sta vivendo in questi giorni non è responsabilità della nuova giunta di Virginia Raggi, ma di anni in cui è mancata sistematicamente una politica generale sul tema della gestione rifiuti. – così Alessandro Mustillo, segretario romano del Partito Comunista – E’ patetico chi come Orfini oggi grida allo scandalo e accusa la giunta Raggi, ma è presidente del partito che fino a ieri ha governato Roma dimostrandosi il migliore alleato dei privati. Non dimentichiamo che solo pochi mesi fa governo, regione e comune, hanno dato il loro assenso al raddoppio dell’inceneritore di Malagrotta. Detto questo, ci auguriamo che i cinque stelle tengano fede agli impegni presi in campagna elettorale. I cittadini romani non sono disposti a stare a guardare ancora una volta i soliti monopolisti incassare fondi pubblici, condizionando le politiche comunali sulla gestione dei rifiuti. In particolare gli abitanti di Malagrotta e dei quartieri limitrofi hanno già pagato a caro prezzo il costo di una politica comunale sbagliata. L’emergenza di questi giorni – conclude la nota – non può diventare un ricatto e fornire ancora una volta il pretesto per accordi capestro. Basta patti con Cerroni. Subito una nuova politica per i rifiuti.»

 

Leave a Reply