«Il sistema delle esternalizzazioni di settori di lavoro legati al trasporto pubblico è al collasso, i lavoratori sono senza stipendio e i servizi ai cittadini stanno peggiorando sempre di più.» Questa la denuncia di Alessandro Mustillo, candidato sindaco del Partito Comunista. «Dopo il caso di Roma Tpl scarl dove mancano ancora gli stipendi per i lavoratori, si aggiungono le situazioni analoghe di Copra e Punto Log. Diverse cooperative e società che gestiscono servizi in appalto stanno comunicando ai lavoratori che ritarderanno i pagamenti a causa di fatture non pagate da parte di Atac. Parliamo di servizi di pulizia, rimessaggio, manutenzione dei mezzi e delle linee che rischiano di restare paralizzati, con i lavoratori ancora una volta a pagare le conseguenze di politiche sbagliate e di sprechi per corruzione e cattiva gestione. Da quanto apprendiamo dai lavoratori, nei prossimi giorni mancherà anche il gasolio per i carri soccorso. Una situazione al collasso che testimonia ancora una volta come uno dei problemi centrali a Roma sia il ricorso ad esternalizzazioni e appalti a terzi che comprime i diritti dei lavoratori e peggiora la qualità del servizio pubblico di trasporto. E’ in questo contesto che si sono create ruberie e corruzione, che hanno permesso mafia capitale. E’ necessario – conclude Mustillo – finanziare adeguatamente i servizi e pretendere che siano gestiti a livello pubblico con la partecipazione diretta dei lavoratori. La privatizzazione, è proprio il caso di dirlo, non paga.»

Leave a Reply